FAQ

È la famiglia di ancoranti che va bene in ogni applicazione (calcestruzzo non fessurato, calcestruzzo fessurato e azioni sismiche). Questo ancorante offre la gamma più ampia del mercato per qualifica di prestazione sismica C1 e C2.

Ciò ti permetterà di rispondere a tutte le applicazioni che il tuo cliente potrà avere. Avendo questo nuovo ancorante in stock ti darà la possibilità di fornire nuovi mercati e nuovi clienti che non hai toccato fino ad oggi.

Il FIX Z XTREM può essere proposto a qualsiasi tipo di commercio professionale come ad esempio quello verso carpentieri metallici, elettricisti, impiantisti,… per le applicazioni tipiche degli ancoranti passanti come le scaffalature industriali, staffe metalliche, sistemi di facciata, sostegni per impianti,.. in calcestruzzo fessurato e non fessurato, in zona sismica o non sismica.

Tutte le connessioni da realizzare su calcestruzzo di elementi strutturali e non strutturali che richiedono una soluzione prioritaria per calcestruzzo fessurato o si trovino in zone a rischio sismico.

Il FIX Z XTREM copre le applicazioni di entrambe le famiglie prodotto e in aggiunta è in possesso dei requisiti tecnici e di certificazione per essere utilizzato in zona sismica e in calcestruzzo fessurato.

L’anello del FIX Z XTREM è specificamente progettato per funzionare nelle fessure del calcestruzzo di ampiezza fino a 0.8 mm e con apertura e chiusura ciclica a causa del moto della struttura indotto dal sisma. L’angolo del cono porta ad una facile espansione e quindi ad una installazione semplice. Questo ancorante passante è stato sviluppato e prodotto in Francia.

Non ci sono viti per calcestruzzo qualificate per categoria sismica C2.

Il FIX Z XTREM lavora in tutti i calcestruzzi (a bassa e ad alta resistenza). In certe condizioni porta anche a prestazioni superiori al FIX3.

Dobbiamo rispondere a ogni necessità di mercato, ovvero applicazione su calcestruzzo non fessurato e fessurato. Alcune applicazioni che non sono interessate dai requisiti dell’opzione 1 e dalla qualifica sismica possono non utilizzare il FIX Z XTREM. Il FIX 3 può essere installato con profondità di posa ridotta.

Un numero ridotto di colpi di martello e uno spostamento lieve durante il serraggio permettono una installazione estremamente semplice. La sensazione nel serraggio è immediata e reale.

Per ottenere resistenza a carichi elevati in condizioni estreme, FIX Z XTREM necessita una profondità di posa maggiore. Questo era anche il caso del vecchio FIX Z e di tutti i prodotti sul mercato pensati per calcestruzzo fessurato.

La resina EPCON possiede una qualifica sismica C1 e una approvazione tecnica applicativa per l’utilizzo con ferri di ripresa in condizioni sismiche. È una resina epossidica che da il minor ritiro dopo la presa, garantendo le prestazioni più alte possibili.

Si devono calcolare il volume del foro e il volume della barra: la differenza è il volume di resina necessario per l’applicazione. SPIT fa questo calcolo per te. I risultati sono disponibili sulla guida tecnica al fissaggio.

EPCON C8 ha una vita sullo scaffale di 3 anni ed evita problematiche di stoccaggio. Questa è una resina certificata anche per fori sommersi di acqua, una situazione molto comune nei cantieri durante l’inverno.

Nelle cartucce a due componenti chimici -per le soluzioni di fissaggio ad adesione- sia la resina che il catalizzatore necessitano di essere completamente mescolati per far iniziare la reazione chimica. Le resine epossidiche sono più sensibili al corretto mescolamento e questo è il motivo per cui è obbligatorio l’uso del mixer consegnato assieme alla cartuccia: è stato sviluppato proprio per questo fine.

La resina EPCON C8 XTREM è un ancorante chimico ad alte prestazioni per calcestruzzo fessurato e applicazioni sismiche. Le caratteristiche principali sono:

  • Certificazione ETA per calcestruzzo fessurato e non fessurato per barre filettare (da M8 a M30)
  • Certificazione ETA per ferri d’armatura Ø8 a Ø40 mm
  • Certificato per categoria sismica C1 e per l’uso con ferri di ripresa in applicazioni sismiche
  • Approvazione di resistenza al fuoco per 4 ore
  • La resina ad alte prestazioni permette l’uso per applicazioni strutturali
  • Adatta all’uso in fori realizzati con punta diamantata per applicazioni con ferri di ripresa
  • Utilizzabile in fori umidi
  • Volatile Organic Compound (VOC) rating A+
  • 36 mesi di vita sullo scaffale

Sono entrambi ancoranti metallici ad espansione a controllo di coppia. Entrambi sono certificati con opzione 1 per calcestruzzo fessurato e con qualifica sismica C1 e C2. Però il TRIGA esiste in 3 versioni diverse per finitura di testa (con dado e rondella, a bullone, a testa svasata) e possiede una camicia metallica esterna per una capacità a taglio molto elevata e una eccellente resistenza alle vibrazioni. Il TRIGA usa uno speciale sistema di collasso sagomato a Z in acciaio che assicura un ottimo serraggio in fase di installazione.

Queste sono applicazioni per cui sono richieste altissime prestazioni: costruzioni metalliche, impiantistica pesante (ad es. HVAC), applicazioni in centrali di produzione di energia, infrastrutture e ingegneria civile (ad es. ponti).

Con la versione con dado e rondella, è possibile aggiustare la lunghezza della filettatura e della parte da fissare. La versione a bullone dà invece una finitura esteticamente più efficace.

TRIGA Z XTREM è un ancorante ad alte prestazioni certificato ETA con diverse versioni di finitura. Le caratteristiche principali sono:

  • ETA Opzione 1- calcestruzzo fessurato e qualifica sismica C1 e C2
  • Ancorante con camicia di espansione per carichi a taglio elevatissimi
  • Sistema meccanico di collasso dell’acciaio per un appiattimento perfetto dell’ancorante dopo il serraggio
  • 100% dei componenti in acciaio: migliore resistenza al fuoco.
  • Cono di espansione interno alla camicia: nessuno sfilamento dell’ancorante nell’installazione
  • 3 versioni con testa differente (con dado e rondella, a bullone, svasata) per una finitura perfetta.

Per sistemi di facciata, impiantistica elettrica e meccanica leggera, staffe metalliche leggere, fissaggi multipli in numerosi materiali di supporto. Anche per uso esterno in ambienti aggressivi, nella versione con vite inox A4.

Il B-LONG XTREM è certificate ETA secondo l’EOTA ETAG 020 in quanto ancorante plastico per uso multiplo in calcestruzzo e muratura per applicazioni non strutturali. Inoltre la versione dedicata con vite speciale in acciaio inox A4 soddisfa appieno la necessità di resistenza a condizioni aggressive per installazioni all’esterno.

No, perché l’ETAG 001 si riferisce solo ad ancoranti metallici in calcestruzzo. L’ETAG 020, il documento pertinente per ancoranti plastici in diversi materiali di base, non comprende alcuna raccomandazione per l’impiego sotto carico sismico. L’unica possibilità è quella di realizzare campagne sperimentali specifiche per studiare il comportamento sismico di ancoranti plastici.

Perché questi articoli del B-LONG sono stati sottoposti con successo a severi test sismici su tavola vibrante sia in calcestruzzo che in muratura. Queste misure, e la versione con vite a testa esagonale in particolare, sono state selezionate in relazione alle applicazioni associate e per cui è generalmente richiesta una buona prestazione anche in condizioni critiche.

Scopri la gamma SPIT B-LONG completa che include i diametri ø8 e 10, testa svasata o esagonale, con diverse lunghezze fino a 300 mm e un massimo spessore fissabile di 260 mm. La certificazione ETA copre tutte le misure e prevede la possibilità di una profondità di posa flessibile in funzione del materiale di base: da 40 a 70 mm.

La gran parte dei Paesi europei sono toccata dai requisiti antisismici secondo ETAG TR 045 e EN 1992-4, per il metodo di progetto, e EOTA ETAG 001 allegato E, per la procedura di qualifica.
Scoprilo sulla MAPPA con le categorie di prestazione sismica del territorio italiano.

Assolutamente no, anche il fissaggio di elementi non strutturali è coperto dagli standard di progetto e di valutazione antisismici. In molte regioni di sismicità moderata e in cantieri per edifici importanti è richiesta la categoria di prestazione sismica C2 (la più severa).

Puoi usare il software di calcolo SPIT I-EXPERT che comprende un metodo semplice per progettare specificamente in accordo ai requisiti antisismici espressi dalle normative.

Puoi usare sempre un ancorante con qualifica sismica C2, sarà adatto in ogni regione, tipo di connessione ed edificio!

Per ancoranti metallici installati su calcestruzzo la progettazione antisismica va presa in considerazione. E’ obbligatorio se l’applicazione è situata in una regione con sismicità maggiore di 0.05g e se è contenuto in un edificio con classe di importanza da I a IV in accordo a Eurocodice 8.